barra viola

barra viola

19 settembre 2015

ti amo amore mio


"Sono rare e discrete le persone speciali. 
Ma quando le incontri non ti puoi sbagliare.
Perché il cuore le sente, le riconosce..."
(Agostino Degas)


"Tutti dicono che l’amore fa male, ma non è vero.
La solitudine fa male.
Il rifiuto fa male.
Perdere qualcuno fa male.
Tutti confondono queste cose con l’amore, ma in realtà, l’amore è l’unica cosa in questo mondo che copre tutto il dolore e ci fa sentire ancora meravigliosi..."
(Oscar Wilde)


Quanto tempo a rincorrersi. 

Basterebbe fermarsi, guardarsi negli occhi, dirsi tutto. 
Per non perdersi. 
Che il mondo è pieno di emozioni perdute, 
di abbracci mancati, 
di parole taciute.
(Angelo De Pascalis)

10 settembre 2015

Amore mio


Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere "noi" in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo

e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perché insieme è gioia...

Allora sarà amore

e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

(Pablo Neruda)

3 settembre 2015

poesia


Ti accarezzo piano sui capelli
e maledizione a tutti
se qualche altra ti bacia.
Sei bello,
sei grande
e io una gelosa forsennata
che mai guarirà.
Io sono una bambina
che dal suo essere piccina
piccina, piccina,
ti guarda nell'alto
del tuo cammino.
Mi angoscio a pensare
di perdere anche una tua sola
parola.
La tua bocca è piena di vele
di miele
e io sono sola.

16 dicembre 2014

sola

Emily Dickinson

Solitudine
Ha una sua solitudine lo spazio,
solitudine il mare
e solitudine la morte - eppure
tutte queste son folla
in confronto a quel punto più profondo,
segretezza polare,
che è un’anima al cospetto di se stessa:
infinità finita.

29 luglio 2013

Il fuoco


La fenice, l'elemento del fuoco

Il fuoco, il mio elemento mancate, finalmente l'ho trovato!
Come la fenice sto risorgendo dalle ceneri...più forte di prima!


La fenice, spesso nota anche con l'epiteto di Araba fenice, è un uccello mitologico noto per il fatto di rinascere dalle proprie ceneri dopo la morte. Gli antichi egizi furono i primi a parlare del Bennu, che poi nelle leggende greche divenne la fenice. In Egitto era solitamente raffigurata con la corona Atef o con l'emblema del disco solare. Contrariamente alle "fenici" di altre civiltà quella egizia non era raffigurata come simile né ad un rapace, né ad un uccello tropicale dai variopinti colori, ma era inizialmente simile ad un passero (prime dinastie) o ad un airone cenerino, inoltre non risorgeva dalle fiamme ma dalle acque.
Nei miti greci (ma non solo) era un uccello sacro favoloso, aveva l'aspetto di un'aquila reale e il piumaggio dal colore splendido, il collo color d'oro, rosse le piume del corpo e azzurra la coda con penne rosee, ali in parte d'oro e in parte di porpora, un lungo becco affusolato, lunghe zampe, due lunghe piume — una rosa ed una azzurra — che le scivolano morbidamente giù dal capo (o erette sulla sommità del capo) e tre lunghe piume che pendono dalla coda piumata — una rosea, una azzurra e una color rosso-fuoco.

23 agosto 2012

Piante

Il giardino segreto 

sto leggendo il libro, appena lo finirò vedrò anche il film 
che sembra promettere bene :)